Impronte Wilderness Safari di Born Free Srls

Siamo specializzati nell'organizzazione di safari in Kenya, Tanzania, Botswana, Zambia, Uganda, Namibia e in altre regioni dell'Africa

Scegli la tua meta!

Benvenuto su www.iwsafari.com

Gli specialisti per il tuo safari

+39 0584 630817 info@iwsafari.com

Visitare l'Oman per la prima volta: cose da non perdere

Visitare l'Oman per la prima volta: cose da non perdere

Dune dorate e spiagge di soffice sabbia, fortezze del XVI secolo e affollati souq, imponenti montagne e grandi canyon: l'Oman offre davvero moltissimo! Le influenze internazionali del Paese si combinano con la sua atmosfera tradizionale e questo rende una visita qui una grande introduzione al Medio Oriente.

Inoltre, l'Oman è molto meno "affollato" rispetto ad altre destinazioni più conosciute della penisola arabica, quindi qui potrete godere dello splendore naturale e dei tesori culturali senza fatica.


Muscat: fortezze, souq e una grande moschea

Disteso lungo la costa del Mar Arabico, Muscat ha un'eleganza vecchio stile che non si trova in altre città della regione. Invece di sfarzosi grattacieli, troverete edifici bassi e bianchi che sfoggiano finestre arabescate, cupole a punta e delicati balconi.

Non lasciatevi ingannare dalla dimensione: Muscat racchiude una vasta gamma di attrazioni, tra cui spiagge, souq, una moschea grandiosa e non uno ma ben due forti.

La Città Vecchia è una città murata sulla costa, il cui porto naturale è dominato da forti gemelli - Al Jalali e Al Mirani - entrambi costruiti dai portoghesi nel 16° secolo. Il suo viale costiero principale, una pittoresca corniche, funge da porta di accesso alla parte vecchia della città dove la gente del posto passeggia per godersi la vista sul mare e i caffè.



All'interno delle stradine strette e tortuose della zona, esiste un souq principale e un souq del pesce. Entrambi sono mercati tradizionali, destinati a servire la popolazione della città piuttosto che essere attrazioni turistiche. Il mercato del pesce in particolare è uno scorcio affascinante della vita quotidiana dell'Oman.

Qui troverete mucchi di pesci argentati, piccolissimi e grandissimi, così come cestini di gamberi, granchi e polpi. L'odore può essere un po' forte, ma è una rara possibilità di vedere da vicino la vita quotidiana della gente dell'Oman. Mercanti si aggirano intorno alle enormi pile di pesce, li misurano con le mani e poi li tagliano con i loro lunghi coltelli.

A ovest della Città Vecchia, la Grande Moschea del Sultano Qaboos è probabilmente il coronamento architettonico della città. Completato nel 2001, è un vasto luogo di culto le cui cupole elegantemente modellate e gli arabeschi minareti sono scolpiti da in un marmo bianco e freddo che sembra luccicare sotto il sole forte.

L'interno riccamente decorato comprende un enorme lampadario di cristallo, intricati mosaici e un vasto tappeto che ha impiegato 600 tessitori in più di quattro anni per essere completato.

Ovviamente potete esplorarla facilmente da soli, ma possiamo anche organizzare una visita guidata di Muscat per vedere la maggior parte di questi siti, così come il museo Bait Al Zubair.

Oltre a fungere da porta di accesso per l'Oman, Muscat è anche il luogo in cui è probabile terminare il vostro viaggio e quindi suggeriamo di aggiungere qualche giorno per rilassarvi e godervi le spiagge della città e il mare turchese. Prendete in considerazione una crociera al tramonto lungo la costa in un tradizionale "dau" in legno o fate snorkeling nelle acque cristalline intorno alla Riserva Naturale delle Isole Daymaniyat.


Nizwa - un tradizionale mercato di bestiame, un enorme forte e orafi

A 90 minuti di auto da Muscat, Nizwa è una città fortificata circondata da un'oasi di palme ai piedi delle montagne occidentali di Hajar. Una delle città più antiche dell'Oman, un tempo era la capitale del Paese e un fulcro vitale dell'apprendimento islamico per secoli. La città è ancora abbastanza conservatrice, quindi vi consigliamo di vestirvi di conseguenza.

Il forte di Nizwa incombe sulla città, storicamente e geograficamente. Sebbene le sue fondamenta risalgano al 12° secolo, la maggior parte del tentacolare forte fu costruito nel 17° secolo.

Il forte è circondato da mura massicce, ma l'aspetto più notevole è la torre alta sormontata da merlature. Salendo la scalata si hanno ampie vedute delle verdi distese di palme da dattero e montagne color ruggine che circondano la città.

All'ombra del forte, il souq di Nizwa è uno dei più antichi dell'Oman. Sebbene sia situato in un portico di recente costruzione, è ancora un mercato tradizionale pieno di piccole bancarelle che vendono principalmente frutta, verdura e carne, anche se c'è anche un vivace commercio di prodotti in argento. Gli orafi dell'Oman sono famosi in tutto il mondo per le loro abilità e gli artigiani della città sono specializzati in khanjar, pugnali curvi tradizionali con manici intricati.

Se il vostro viaggio lo consente, suggeriamo di visitare il mercato del bestiame che si svolge il venerdì a Nizwa. A partire dal sorgere del sole, i venditori provenienti da tutta l'area portano i loro animali a piedi o in camion e, a metà mattinata, è pieno zeppo di uomini vestiti di bianco, capre, mucche e cammelli.




Fuori da Nizwa - piccoli villaggi e un grand canyon

Nizwa è una buona base per esplorare l'entroterra o le montagne stesse. Qualsiasi sia la vostra scelta, avrete bisogno di almeno 2 giorni per vedere tutto ciò che l'area offre: imponenti fortezze, piccoli villaggi e le vicine montagne di Al Hajar. Possiamo organizzare visite guidate se non volete avventurarti sulle ripide e strette strade di montagna da soli.

A prima vista Jabrin Fort potrebbe sembrare la "sorella" di Nizwa, con le stesse imponenti mura e l'architettura robusta e semplice. Ma questo era in origine un rifugio per studiosi e non un sito militare, come suggerito dagli interni sontuosi, tra cui soffitti dipinti e porte in legno decorato.

Nelle vicinanze, Bahla Fort potrebbe non avere l'eleganza di Jabrin, ma è un patrimonio mondiale dell'UNESCO grazie alla sua età e dimensioni. Risalente al 1000 d.C., il forte vanta mura che si estendono per 12 km, racchiudendo piantagioni di palme verdeggianti. La città è anche conosciuta per le sue ceramiche e con molti piccoli negozi raggruppati qui, è un buon posto da visitare.

Lasciando i forti della pianura, si sale sulle montagne Jebel Akhdar, che si profilano sullo sfondo di ogni foto della regione. Le montagne sono scure, alte e un po' scoraggianti, e può essere difficile immaginarci della civiltà, ma molti piccoli villaggi sono fioriti nelle valli e ai piedi per secoli.



Situato ai piedi della vetta più alta della regione, il piccolo Al Hamra è fatto di case di mattoni di fango a più piani che sembrano senza tempo, fino a quando non noti che molte sono dotate di antenne paraboliche!

Più in alto sulle montagne, Misfah sembra aggrapparsi precariamente a una parete a strapiombo, sospesa su un canyon denso di palme. Le alte case tradizionali in mattoni di fango si fotografano meglio dall'altro lato del canyon, ma qui potete passeggiare lungo le strade strette e tortuose.

Jebel Shams si traduce in "Montagna del sole" ed è facile capire perché scalando le pendici della montagna più alta della regione. I ripidi pendii sono quasi spogli con alcuni alberi tenaci che crescono da strette fenditure nella roccia. La montagna ha una certa maestosità, ma l'attrazione principale qui è Wadi Ghul.

Conosciuto come il Grand Canyon dell'Oman, Wadi Ghul è un enorme abisso gorgogliante. Troverete qui pochi turisti ma anche poche protezioni di sicurezza, quindi fate attenzione a non avvicinarvi troppo al bordo vertiginoso del canyon.




Wahiba Sands - tramonto e osservazione delle stelle in un vasto deserto

Visitare Wahiba Sands vi farà capire perché le dimensioni e la bellezza delle infinite dune dorate hanno ispirato i poeti nel corso dei secoli.

Apparentemente sterile e cotto dal sole, il deserto ospita un ecosistema sorprendentemente diversificato che comprende 150 specie di piante e 200 specie di mammiferi, uccelli e rettili, oltre a diverse migliaia di beduini.

Ci sono diversi modi per vivere il deserto, che si trova a sole 4 ore di auto dalla capitale. Uno di questi è dormire in un lussuoso campo tendato incastonato tra due dune alte ben 30 metri, un piacevole compromesso tra un'autentica esperienza beduina e un sonno confortevole.

Potrete arrampicarvi su una delle dune vicine, con i piedi che scivolano nella sabbia soffice e calda. Arrivati in cima, osservate il sole sprofondare lentamente dietro l'orizzonte luccicante di calore, e il cielo blu diventare indaco e poi nero.

Una volta scesa completamente la notte avrete intorno a voi un buio più profondo di quanto avreste mai immaginato. Seduti intorno al fuoco scoppiettante, ammirate l'alta volta nera del cielo, densa di stelle scintillanti.




Le nostre proposte! Scoprile ✭ cliccando qui ✭