Impronte Wilderness Safari di Born Free Srls

Siamo specializzati nell'organizzazione di safari in Kenya, Tanzania, Botswana, Zambia, Uganda, Namibia e in altre regioni dell'Africa

Scegli la tua meta!

Benvenuto su www.iwsafari.com

Gli specialisti per il tuo safari

+39 0584 630817 info@iwsafari.com

Cosa fare in Tanzania, i nostri suggerimenti

Cosa fare in Tanzania, i nostri suggerimenti

Nelle pianure settentrionali della Tanzania, nel Parco Nazionale del Serengeti, 2 milioni di gnu e centinaia di migliaia di zebre si muovono incessantemente in cerca di pascoli verdi seguendo la pioggia, mentre grandi felini, licaoni e coccodrilli osservano in attesa del momento perfetto per attaccare. La Grande Migrazione e il suo spettacolo infinito danno la possibilità di osservare una moltitudine di animali selvatici africani in un unico posto.

Ma questa terra di vaste pianure ospita anche la vetta più alta d'Africa, il Monte Kilimanjaro, e la più grande game reserve d'Africa, Selous. Osservate leoni, leopardi, rinoceronti, elefanti e bufali (i "Big Five") all'interno del paesaggio vulcanico di Ngorongoro.

E dopo il caldo del safari, le spiagge sabbiose di Zanzibar e le altre isole dell'Oceano Indiano sono una piacevole pausa per lo snorkeling e le immersioni.


Essere testimone della Grande Migrazione durante un safari nel Serengeti

Assistere alla Grande Migrazione è certamente una delle esperienze più memorabili in Tanzania. Questo enorme movimento di massa degli gnu si svolge in Tanzania ogni anno, culminando negli attraversamenti del fiume Mara tra luglio e ottobre.

Nella loro ricerca di pascoli freschi, mandrie formate da migliaia di animali rischiano la vita attraversando fiumi infestati da coccodrilli e sfidando i leopardi in attesa sulla riva opposta.

Le brevi piogge di novembre danno nuova vita alle praterie del Serengeti meridionale e attirano gli gnu, che possono rilevare la pioggia da oltre 50 chilometri di distanza.

Le mandrie convergono sulle pianure erbose del Serengeti e qui danno alla luce i loro piccoli nel mese di gennaio.



Seguire le mandrie in un safari mobile nel Serengeti

Gli spostamenti precisi delle mandrie sono regolati dalle piogge e dai pascoli migliori, e quando si parte per un safari è fondamentale essere nel posto giusto al momento giusto.

I lodge lavorano a stretto contatto con i ranger del parco per valutare la posizione più aggiornata degli animali. Un'opzione per "stare al passo" con la migrazione è scegliere un safari in campo mobile nel Serengeti.

Come suggerisce il nome, i campi si spostano ogni paio di mesi per essere il più vicino possibile alle mandrie. Un campo mobile non è certo lussuoso come quelli permanenti, ma alla fine della giornata avrete comunque un letto confortevole su cui riposare. E, credeteci, la vicinanza alla fauna selvatica non ha eguali.


LE NOSTRE PROPOSTE:

  • LA MIGRAZIONE DAL MASAI MARA AL SERENGETI, Safari di gruppo in campeggio con partenza tutti i Martedì da Nairobi.
  • TANZANIA LE GRANDI PIANURE E NGORONGORO, Safari Esclusivo Impronte con guida naturalista parlante italiano.

  • Esperienza di safari nella Selous Game Reserve

    Oltre il Serengeti, nel sud della Tanzania, si trova la Selous Game Reserve. Patrimonio mondiale dell'UNESCO come "una delle più grandi aree selvagge rimaste in Africa", Selous è tutta da scoprire. Questo nonostante sia solo a 45 minuti di volo dalla città principale della Tanzania, Dar es Salaam.

    I boschi, le praterie e le paludi della riserva ospitano elefanti, ippopotami, giraffe, zebre, bufali, leoni, leopardi e, con numeri in aumento, il rinoceronte in via di estinzione. Selous è anche l'ultimo grande rifugio del licaone africano.

    Lo spettacolo più raro a Selous è forse l'avvistamento di un altro veicolo turistico. E poiché Selous è una game reserve e non un parco nazionale, non sarete limitati al game viewing solo dal veicolo e i safari in barca sono eccellenti.

    Il fiume Rufiji attraversa la riserva e attira la fauna selvatica sulle sue sponde. Avrete l'opportunità di vedere l'elefante che gioca nell'acqua, la giraffa che si abbevera, i coccodrilli che scivolano nel fiume e l'ippopotamo che fa capolino dall'acqua. Sopra la vostra testa, il martin pescatore malachite si riposa sugli alberi vicino alla riva, mentre i meropidi si allineano sui rami.

    Un'altra alternativa al safari molto interessante a Selous è il "fly camping". Si mette la tenda lontano dal lodge e gli animali passeranno davanti se il campo incrocia la loro strada. Potrete sedervi accanto al fuoco a cena e vedere un elefante spuntare dall'oscurità. È un'esperienza selvaggia, non adatta a tutti ma senza dubbio esaltante.



    Ngorongoro Conservation Area

    A sud-est del Serengeti, i Big Five vagano per Ngorongoro. Questo è il posto migliore in Africa per vedere il rinoceronte nero.

    Il cratere di Ngorongoro nel cuore dell'area è una caldera vulcanica, il risultato di un vulcano esploso e poi crollato su se stesso due o tre milioni di anni fa. Alcune delle più dense popolazioni di grandi mammiferi in Africa vivono al suo interno.

    Migliaia di zebre, bufali, gnu e gazzelle di Thomson e Grant si nutrono dell'erba ricca di minerali. L'elefante vive nella foresta Lerai nel sud-ovest del cratere, così come il leone e il leopardo. Un gran numero di ippopotami sguazza nel lago.

    La stessa geologia di Ngorongoro rende l'area confinata e ciò significa che potreste trovare un gran numero di veicoli nonostante ci sia un limite giornaliero.



    Soggiorni mare a Zanzibar

    Concludere il vostro viaggio in Tanzania con del relax al mare vi consente di lavare via la polvere e dimenticare tutte le "alzatacce" di prima mattina. L'arcipelago di Zanzibar si trova a soli 30 chilometri dalla costa della Tanzania, una serie di isole tropicali che si estendono nei mari color acquamarina.

    Isola di Zanzibar e Stone Town

    Zanzibar offre molto di più della semplice spiaggia. L'isola più grande, Zanzibar, è circondata da spiagge sabbiose e palme ondeggianti ma nell'entroterra troverete piantagioni di spezie che coltivano vaniglia e noce moscata e piantagioni di cocco.

    Stone Town, un centro secolare per il commercio delle spezie e patrimonio mondiale dell'UNESCO, è la parte più antica dell'isola. Passeggiate per i vicoli che conducono alle residenze dei mercanti realizzate con spessi muri in pietra e porte riccamente intagliate risalenti al 1600. Al crepuscolo centinaia di dhow, la tradizionale barca a vela dell'Oceano Indiano, salparono per la notte con le loro vele bianche fluttuanti accarezzate dalla luce rosa del tramonto.

    Per un'esperienza lontana dal trambusto di Zanzibar, recatevi a nord verso l'isola di Pemba.

    Un'altra opzione è Mafia Island Marine Park, dove da ottobre a maggio è possibile osservare gli squali balena. Le barche locali vi porteranno a fare snorkeling tra i coralli.


    SCOPRI LE NOSTRE PROPOSTE MARE IN TANZANIA CLICCANDO QUI!



    Scalare il Kilimangiaro

    Scalare la vetta più alta dell'Africa (e anche uno dei più grandi vulcani del mondo) è un'avventura che non implica alcuna arrampicata tecnica a differenza delle vette più alte degli altri continenti.

    Il monte Kilimanjaro, o Kibo, sorge dalle polverose savane della Tanzania settentrionale, a 5.859 metri sul livello del mare. Potete conquistare la montagna e raggiungere il punto più alto - Uhuru, che significa "libertà" - con un trekking che dura dai 6 agli 11 giorni.

    Mentre salite, attraverserete una foresta coperta di muschio che lascia il posto al deserto alpino e poi ai ghiacciai. Vedere una vetta innevata su una montagna così vicina all'Equatore sorprende sempre, come accadde ai primi esploratori che pensavano di essere stati ingannati da un miraggio.

    Se invece siete meno propensi ad affrontare questo livello di attività, non è necessario scalare il Kilimangiaro per ammirarne la bellezza. Potete goderne con un tour in elicottero dal nord della Tanzania o dalla città di Arusha, un punto di partenza per i safari nel Serengeti e Ngorongoro.


    LE NOSTRE PROPOSTE:

  • TREKKING SUL KILIMANJARO - MARANGU ROUTE. La Marangu Route, considerato il percorso più facile e meglio attrezzato, attraversa differenti ecosistemi, si passa da un’iniziale foresta , a spazi aperti fino al paesaggio alpino e infine si raggiunge la cima ( 5.895 m).
  • TREKKING SUL KILIMANJARO - MACHAME ROUTE. L’emozione di raggiungere la vetta del Kilimangiaro per la via più lunga, la Machame route è indescrivibile. La via percorre tutto il versante sud del Kibo, è il percorso meno battuto e impegnativo ma i panorami saranno davvero emozionanti e indimenticabili.