Il più grande spettacolo sulla natura: la Grande Migrazione degli gnu


Carlo Sebastiani, esperto di fauna africana nonché fondatore di Impronte, spiega perché la migrazione degli gnu tra il Serengeti e il Masai Mara è uno dei più grandi spettacoli della natura, e come si può pianificare il safari per esserne spettatore.

La Grande Migrazione dell'Africa orientale è qualcosa che si deve vedere almeno una volta nella vita. Le decine di migliaia di gnu che attraversano le acque pericolose del Mara hanno infatti ispirato i safari per generazioni.

Ma la Migrazione è molto di più e c’è sempre qualcosa di stupefacente da vedere tutto l'anno: dalla stagione delle nascite sulle pianure meridionali di Ndutu fino alle infinite mandrie di animali che percorrono la loro strada verso nord attraverso il Serengeti occidentale alla ricerca di pascoli migliori.

Su un ciclo annuale, le mandrie, che possono raggruppare anche 1,4 milioni di gnu e circa 200.000 tra zebre e gazzelle, intraprendono un pericoloso viaggio che li porta in senso orario attraverso la distesa del Serengeti in Tanzania nel Masai Mara in Kenia in un vero e proprio viaggio di sopravvivenza. Sentendo le piogge lontane, le mandrie si muovono sulle pianure in cerca di erba fresca, attirando i predatori pronti ad eliminare gli animali più deboli o sfortunati.

Uno spettacolo stupefacente e crudo ma che al viaggiatore intrepido rimarrà nel cuore per tutta la vita.


arrow La Grande Migrazione mese per mese

Da gennaio a marzo

La storia inizia nella seconda metà di gennaio, quando le mandrie si radunano sulle pianure erbose del sud del Serengeti e nella vicina Ngorongoro Conservation Area. Qui le femmine partoriscono i loro cuccioli nella sicurezza di mandrie formate da milioni di animali, nutrendosi della "super erba" che cresce sul ricco substrato vulcanico. Febbraio diventa marzo, l'erba inizia a scarseggiare e le mandrie cominciano a muoversi a nord-ovest verso le zone del Serengeti meridionale e centrale. I cuccioli stanno crescendo.

Da aprile a giugno

Come marzo diviene aprile e maggio, le "lunghe piogge" iniziano a cadere, spingendo le mandrie verso il Corridoio Occidentale e il primo dei passaggi fluviali. A giugno la maggior parte delle mandrie si trova sulle rive del fiume Grumeti. Il numero di animali continua a crescere finché il primo "coraggioso" non si tuffa nel fiume, cercando di sfuggire ai denti dei coccodrilli e alla forte corrente delle acque gonfiate dalle piogge.

Luglio

La pioggia diventa una memoria lontana e le mandrie continuano il loro viaggio verso nord, convergendo sulla barriera finale del fiume Mara, il confine geografico tra il Serengeti in Tanzania e il Masai Mara in Kenya. Questo è momento in cui avvengono la maggior parte degli attraversamenti dei fiumi, quando le mandrie entrano nel Masai Mara trasformando le praterie in un'unica massa compatta fatta di zoccoli e polvere. Gli animali sono guidati dal loro istinto che li spinge a continuare a muoversi per trovare pascoli freschi, restando sempre all'erta per evitare di cadere vittime dei grandi felini.

Da agosto a ottobre

Durante tutto questo periodo le mandrie rimangono nel Mara e nel Serengeti settentrionale, dividendosi continuamente in gruppi più piccoli per attraversare e riattraversare ancora il fiume Mara, apparentemente dimenticando il pericolo, guidati puramente dall'istinto.

Da novembre a dicembre

L'erba si sta esaurendo e il momento delle nascite si avvicina, così le mandrie attraverseranno il Mara per l'ultima volta e tornano a sud, attraverso il Serengeti. Da qui proseguiranno verso l'erba di Ndutu e il luogo dove tutto avrà nuovamente inizio.


arrow Come vedere quel'esclusivo attraversamento del fiume

Osservare le mandrie che migrano è un'esperienza molto bella, ma assistere ad un attraversamento del fiume è qualcosa di completamente diverso. Guardare gli animali tuffarsi nel fiume Mara infestato da coccodrilli è drammatico e incredibilmente emozionante e i numeri sono difficili da comprendere anche quando li vedi con i tuoi occhi.

Per prendere parte a questo evento straordinario devi essere veramente al posto giusto al momento giusto. Nessuno può predire in modo assoluto quando e dove gli animali attraverseranno i fiumi, ma noi conosciamo i momenti e le zone più vantaggiose.

Il momento perfetto per assistere agli animali che attraversano il fiume Mara mentre si dirigono verso nord va da fine luglio a metà agosto. Gli animali passeranno in quest'area per gran parte di agosto, settembre e inizio ottobre, attraversando più volte i fiumi Mara e Talek prima di tornare a sud verso il Serengeti in Tanzania.

Per avere migliori possibilità di assistere a un attraversamento, vorrei raccomandare di trascorrere alcuni giorni sia nel Masai Mara che nel Serengeti in questo periodo dell'anno, sfruttando i voli che collegano i due parchi.